B.E.S – D.S.A.

P.A.I. – Piano Annuale per l’Inclusività

 

Da sempre gli Istituti Scolastici “Olga Fiorini” s’impegnano a rispondere alle esigenze degli studenti che presentano Bisogni Educativi Speciali (B.E.S.): i B.E.S. comprendono disturbi specifici d’apprendimento (D.S.A.), disabilità, sindrome da deficit d’attenzione e iperattività (A.D.H.D.), svantaggi socio – economici, linguistici e culturali. Durante ciascun anno scolastico gli insegnanti dell’Istituto seguono corsi pomeridiani tenuti da esperti in materia di B.E.S. per mantenersi costantemente aggiornati sulle varie problematiche.

 

In osservanza della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012, si delinea e precisa la strategia inclusiva della scuola al fine di realizzare appieno il diritto dell’apprendimento per tutti gli alunni e studenti in situazione di difficoltà e gli Istituti individuano dei docenti referenti per tali problematiche.

 

In particolare per quanto riguarda i casi di D.S.A., quest’attenzione si concretizza nell’attuazione, in accordo con lo studente e con la famiglia, delle misure compensative e dispensative necessarie per favorire il successo formativo dell’alunno, così come prevedono la legge n. 170 dell’8 ottobre 2010 e le relative linee guida del 12 luglio 2011. Tali strategie vengono messe in atto da ciascun docente e programmate dal Consiglio di Classe, anche attraverso la predisposizione di un Piano di studio Personalizzato (P.d.P.) concordato con il docente referente cui spetta tenere i rapporti con la famiglia dello studente e con lo specialista che certifica il disturbo specifico.

Il P.d.P. si può attuare anche per studenti con l’A.D.H.D. e per altre tipologie di disturbo specifico non citate dalla normativa di riferimento, ma richiamati dalla Circolare Ministeriale n° 8 del 6 marzo 2013 .

 

Nel caso di certificazione di disabilità viene invece redatto a cura del Consiglio di Classe, sempre in accordo con le famiglie e col docente referente, il Piano Educativo Individualizzato (P.E.I.).

 

Dall’anno scolastico 2014 – 15 viene inoltre introdotto, sempre in osservanza della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012, il Piano Annuale per l’Inclusività, ovvero P.A.I.

Il P.A.I. è uno strumento che contribuisce ad accrescere la consapevolezza dell’intera comunità educante sulla centralità e trasversalità dei processi inclusivi in relazione alla qualità dei “risultati” educativi, per creare un contesto educante dove realizzare concretamente la scuola “per tutti e per ciascuno”.

In quest’ottica di sviluppo e monitoraggio delle capacità inclusive della scuola, l’Istituto si doterà del P.A.I. come vera e propria integrazione del P.O.F. che costituisce lo sfondo ed il fondamento sul quale sviluppare una didattica attenta ai bisogni di ciascuno nel realizzare gli obiettivi comuni, che detta le linee guida per un concreto impegno programmatico per l’inclusione.

Il P.A.I. è basato su una attenta lettura del grado di inclusività della scuola e su obiettivi di miglioramento, da perseguire nel senso della trasversalità delle prassi di inclusione negli ambiti dell’insegnamento curriculare, della gestione della classi, dell’organizzazione dei tempi e degli spazi scolastici, delle relazioni tra docenti, alunni e famiglie.

 

Non dimenticare…      Punta sudi te